La Riabilitazione ginocchio nella fisioterapia

Il ginocchio è un’articolazione molto delicata e allo stesso tempo ha una struttura molto complessa.

Sono diverse le patologie che sono a carico del ginocchio, ma principalmente si possono suddividere in categorie, ossia, quelle di origine infiammatoria e autoimmune come l’artrite psoriasica, la gotta, l’artrite reumatoide; poi ci sono quelle di origine microtraumatica come la tendinite; oppure di origine settica come l’artrite settica reumatodine; o di origine traumatica come le lussazioni; e di origine degenerativa come la gonartrosi.

Si può affrontare la riabilitazione al ginocchio eseguendo la rieducazione propriocettiva. Ogni essere umano tramite la capacità propriocettiva sviluppa quella sensibilità che aiuta l’organismo ad avere la piena conoscenza di se in rapporto con il mondo esterno. A causa di un trauma si può perdere la sensibilità propriocettiva, ma tramite adeguati esercizi si può recuperare e, quindi, si può ricominciare a sentire il movimento, che può essere quello di una gamba, anche quando gli occhi sono chiusi permettendo così al corpo di muoversi liberamente.
Questo tipo di riabilitazione al ginocchio viene eseguita anche dagli atleti che vogliono recuperare la loro prestazione fisica in maniera più efficiente possibile.

Quando si affronta la riabilitazione al ginocchio si hanno in particolare tre obiettivi da raggiungere, ovvero, recuperare la forza muscolare, recuperare il movimento articolare, e ritrovare la capacità propriocettiva.

Dal momento che si è recuperata sia la forza muscolare, sia l’articolarità, e sia la sensibilità propriocettiva è fondamentale riprendere subito a camminare e ritornare alla normalità perché solitamente molte persone tendono ad assumere un atteggiamento di difesa.